Enter your keyword

Non investire soldi in uno sviluppo software senza successo

Non investire soldi in uno sviluppo software senza successo

Non investire soldi in uno sviluppo software senza successo

Recentemente risulta facile trovare articoli che parlano della ripresa economica e delle aziende italiane che investono – proprio in questo – momento in soluzioni tecnologiche.

Non ti nascondo che, media a parte, anche io percepisco segnali di ripresa economica e me ne accorgo dal volume e dalle caratteristiche delle richieste che arrivano dal nostro mercato.

A confermare queste percezioni, sono i dati di Ottobre dell’ Ifiit (Indice di innovazione) che mostrano come in Italia aumentino gli investimenti tecnologici

indice ifiit sviluppo software on demand

Collego questo andamento dell’indice Ifiit al recente aumento di imprenditori (o decision maker) che hanno intenzione di investire in soluzioni software, mirate a migliorare i processi aziendali oppure destinate ad essere vendute come prodotto o servizio ai propri clienti.

Si parla quindi di opportunità sensibili, da cui ci si aspetta molto:

  • Aumentare la qualità e l’efficienza del lavoro.
    E’ il caso in cui il software è mirato all’ottimizzazione dei processi della tua azienda
  • Differenziarsi dalla concorrenza.
    Il nuovo software rappresenta un nuovo strumento (o servizio) dedicato ai tuoi clienti
  • Investire in un progetto start-up .
    Sfruttare quella richiesta di mercato attraverso la realizzazione e la vendita di un tuo software innovativo

Sicuramente sei molto sensibile su come sfruttare questo momento di ripresa del mercato e sai altrettanto bene quanto sia difficile ottenere i fondi di cui hai bisogno per finanziare il tuo progetto.

Probabilmente, grazie alle tue abilità e ai tuoi sacrifici, riuscirai ad ottenere i fondi, ma devi fare molta attenzione.

Dietro a queste notizie positive si nasconde però un terribile problema di cui devi essere assolutamente al corrente per non sprecare l’opportunità che ti sei guadagnato.

TUTTI I PROGETTI DI SVILUPPO SOFTWARE VANNO INCONTRO A PROBLEMI TIPICI DEL SETTORE CHE TI METTERANNO A DURA PROVA

La verità, per quanto mi dispiace dirlo, è che il percorso che ti porta ad ottenere il software di cui hai bisogno è pieno di insidie che faranno di tutto per far fallire il tuo progetto.

Saranno messe a dura prova:

  • La tua pazienza
  • I tuoi soldi
  • Il tuo tempo

Di cosa sto parlando?

In Italia lo sviluppo di software su richiesta, quello commissionato dai clienti che come te hanno bisogno di realizzare del software su misura, è svolto dalle software house con un metodo di approccio ai lavori non adatto e che traghetta ogni progetto verso problemi caratteristici:

  • Tempi di consegna non rispettati
  • Difficoltà nell’apportare cambiamenti sul progetto in corso d’opera
  • Malfunzionamenti sull’applicativo
  • Parti del software realizzate in un modo diverso dalle tue aspettative

E questo accade sempre, in ogni progetto di sviluppo software che viene commissionato a software house non specializzate.

Chiedi a chiunque tu conosca, che abbia vissuto almeno una volta la realizzazione di un nuovo software in azienda. Il ruolo della persona a cui chiederai non fa differenza.

Che sia un utilizzatore finale, un imprenditore, un amministratore delegato, un decision maker o IT Manager la cosa non cambia di una virgola: riceverai dei commenti che ti confermeranno quanto ti ho scritto.

Ad aggravare lo scenario c’è l’assenza di una garanzia che possa tutelare i tuoi investimenti.

Pensi che concordare un documento dettagliato, da prendere come riferimento per i lavori di sviluppo del software, sia uno scudo efficace ai problemi che riceverai?

Credi di essere in cima alla catena alimentare perché, nel caso in cui il fornitore si rivelasse sbagliato ed incompetente, tu potrai non pagarlo?

Mi dispiace ma sto per darti una brutta notizia, ma per il tuo bene (e per quello dei tuoi soldi) prima vieni a conoscenza di come stanno le cose meglio è.

Nessun documento di analisi ti salverà dalla software house non adatta

 

Finalmente, chi commissiona lo sviluppo di software ha imparato a farlo attraverso una modalità “a progetto” che prevede di stabilire i requisiti (tempi di consegna e caratteristiche del software) dando seguito ad una o più tranche di pagamento al fornitore per il lavoro commissionato.

Senza ombra di dubbio, imparare questa modalità non è stato affatto semplice e ancora oggi capita di venire a conoscenza di software commissionato “ad ore” oppure a “a giornate”.

La differenza tra queste modalità di approccio è decisamente grande.

Il fatto che lo si sia capito soltanto adesso non è dovuto da una mancanza da parte di chi commissiona il software (il cliente) bensì dal fornitore (la software house) che con difficoltà è riuscita ad imparare e a proporre un metodo diverso e più adatto rispetto al precedente.

Ti basta pensare che:

  • Commissionando lo sviluppo software ad ore, hai te la responsabilità di come stanno andando i lavori e sfrutti solo la capacità produttiva della software house a cui ti rivolgi.
    Tutto il resto (rispetto dei tempi, caratteristiche e modalità con cui viene realizzato il software, etc.) dipendono esclusivamente da te.Il problema di questo approccio è che – con grande probabilità – tu e la tua azienda non siete specializzati nella gestione dei progetti di sviluppo software e quindi sarete necessariamente poco esperti nel farlo con successo.
  • Commissionando lo sviluppo software con formula a progetto ti affidi alla software house sul buon esito dei lavori (inteso come realizzazione dell’applicativo nei termini stabiliti).
    Il problema di questo approccio è che non è affatto facile trovare in Italia una software house che sia veramente specializzata nello sviluppo software su richiesta e che sia in grado di gestire il progetto nella maniera adeguata a farti evitare i problemi caratteristici (ritardi, malfunzionamenti etc).Per tua fortuna però stai leggendo questo articolo e stai scoprendo un terzo modo che rispetto ai precedenti è specifico, efficace e che ti salverà da tutti questi problemi.

Tornando al famoso documento di analisi, devi sapere che nel corso di 10 anni non ho visto un documento che potesse essere preso di riferimento dal cliente nel caso in cui i lavori non procedevano come da accordi.

La verità è che il documento di analisi, per quanto dettagliato, ha sempre un margine di interpretazione che si rivelerà un arma a doppio taglio nel momento in cui, entrambe le parti (cliente e fornitore), vorranno far valere le proprie opinioni.

Senza contare che, allo stesso modo, non ho mai visto un progetto di sviluppo software che in corso d’opera non cambiasse i requisiti stabiliti dall’analisi.

Se prendo le analisi dei software realizzati in passato e li confronto con il risultato finale scelto dal cliente noto che ci sono tantissime differenze.

Questo fenomeno di cambiare i requisiti in corso d’opera accade sempre, per quanto ci si possa sforzare da entrambe le parti per ostacolarlo.

Il problema nasce perché ogni cambiamento che viene apportato in corso d’opera, rispetto all’analisi iniziale del software, corrisponde ad un alibi per la software house da utilizzare nel momento in cui si verificherà almeno uno dei seguenti casi:

  • un ritardo di consegna
  • dei malfunzionamenti
  • dei problemi di sicurezza

Per tua fortuna, un sistema specializzato per l’approccio ai lavori di sviluppo software su richiesta che possa darti la massima garanzia sui lavori e sul tuo investimento esiste.

Ma procediamo per gradi

I tuoi pagamenti non sono una garanzia su cui puoi fare affidamento

 

Come ho già scritto, le cose si mettono male durante il corso dei lavori di realizzazione del tuo software per una serie di motivi tipici che le software house non specializzate non riescono ad evitare.

E’ in questi momenti che penserai che la garanzia più grande su cui tu possa fare affidamento è data dal fatto che sei tu – il cliente – nonché il detentore dei soldi che saranno dati al fornitore solo nel momento in cui sarà in grado di rispettare gli accordi presi.

Questo è vero, ma purtroppo solo in parte.

Come prima cosa, per quanto lo sviluppo del software sia stato svolto nel modo meno corretto possibile, è sempre molto difficile rivalersi sui lavori facendo riferimento ai documenti di analisi e ai tempi concordati.

Te lo spiego attraverso qualche esempio (ahimè tipico):

Tu: “Non vi pago perché avevamo concordato la consegna del software un mese fa”
Fornitore: “I lavori hanno subito tanto ritardo per la realizzazione di quelle cose che hai richiesto di svolgere in corso d’opera ma che non erano riportate nel documento di analisi iniziale”

Tu: “E’ vero che ho richiesto cose che non erano in analisi, ma altrettante caratteristiche da implementare nel software che avevamo concordato ho scelto di non realizzarle più. In questo caso c’è stata una sostituzione e non un’aggiunta”
Fornitore: “E’ vero che si tratta di sostituzione ma le caratteristiche nuove hanno sostituito le vecchie che erano di minor entità e che richiedevano meno lavoro e attenzione per essere realizzate”

Tu: “Non vi pago perché i lavori sono in netto ritardo e le caratteristiche aggiuntive che ho richiesto hanno avuto una loro valorizzazione economica aggiuntiva come concordato”
Fornitore: “I lavori hanno subito un ritardo NON per le caratteristiche aggiuntive che abbiamo concordato, MA per le informazioni utili allo sviluppo del progetto che più di una volta ti abbiamo chiesto (vedi gli scambi di email) e che sono arrivate in ritardo provocando così un intermittenza sull’avanzamento dei lavori.”

Potrei andare avanti per molto tempo a continuare a scriverti scenari in cui il fornitore che hai scelto risulta inattaccabile sui lavori svolti, ma sono certo che ci siamo capiti.

Ma ammettiamo per un attimo che tu riesca a non pagare il fornitore per i lavori andati male.
Sei sicuro che il fatto di non aver pagato sia per te una garanzia valida?

  • Il tempo e le energie che hai dedicato al progetto
  • La fiducia degli utilizzatori finali del software che è stata tradita
  • La forza di ricominciare tutto da capo con un nuovo fornitore

Tutti questi fattori ti costringeranno a prendere atto del fallimento del progetto e a cestinare l’opportunità in cui hai creduto.

Nessuna garanzia può ridarti il tempo, la fiducia e la forza per percorrere un’altra strada.

La tua fortuna è che un modo migliore esiste per ottenere finalmente il software di cui hai bisogno con la certezza di una garanzia che ti può veramente fare la differenza.

sistema software newsletter

Come evitare di far fallire il progetto di sviluppo del tuo software

 

La scelta della software house giusta – scartando quelle generaliste – è sempre il primo passo fondamentale, ma su questo ti ho già parlato affondo negli ebook e negli articoli passati.

Ci sono altri aspetti importanti che devi prendere in considerazione:

Non chiedere troppe funzionalità subito
Indipendentemente dal fornitore che hai selezionato, devi stare attento alle tue richieste iniziali.

Più sarà grande il lavoro (il software) che richiederai al fornitore, più saranno grandi i rischi che potrai ricevere.

Ti consiglio di accantonare molte delle richieste iniziali che farai analizzare e realizzare sul tuo software.

Punta al minimo prodotto fattibile
Il software che hai intenzione di far realizzare non è una scultura incisa nella pietra e sarà sempre possibile modificarlo.

Sfrutta questa particolarità per richiedere al tuo fornitore di realizzare inizialmente un “minimo prodotto fattibile” in modo da limitare i tuoi rischi.

In questo modo darai meno lavoro iniziale al tuo fornitore ed avrai modo così di provarlo e metterlo alla prova, appurando sul campo se puoi fidarti o meno di lui.

Non ti preoccupare se avrai delegato solo parte del software che ti serve, il fornitore sarà sempre ben felice di modificarlo integrandolo con il resto delle cose di cui hai bisogno.

Chiedi sempre sorgenti e documentazione
Per legge (ma molti non lo sanno) il codice sorgente del software che hai delegato al fornitore è di tua proprietà.

E’ un aspetto fondamentale di cui molti non sono a conoscenza a tal punto che capita di sentir parlare di software house che hanno chiesto un prezzo aggiuntivo per consegnare i sorgenti del software al cliente.

PER LEGGE NON FUNZIONA COSI’, I SORGENTI SONO DI TUA PROPRIETA’

Metti in chiaro le cose fin da subito e chiedi i sorgenti del tuo software.

A questo punto ti consiglio anche di farti mettere in preventivo la scrittura di una documentazione tecnica che descriva:

  • Tecnologie coinvolte
  • Architettura del software
  • Caratteristiche e peculiarità del software

Una volta che avrai ottenuto i codici sorgenti e la documentazione sarai in grado in qualsiasi momento di cambiare software house là dove non si dovesse rivelare quella giusta per te e sceglierne un’altra, senza buttare via il lavoro già svolto.

Sarai così in grado di non ripartire da zero.

Questa è la garanzia di cui hai bisogno, segui questi suggerimenti a dovere.

Cosa hai imparato da questa lezione

 

In questo articolo ho voluto tirarti fuori dal cassetto una serie di verità che sono caratteristiche del rapporto cliente/fornitore quando si commissiona dello sviluppo software.

Hai anche ricevuto dei consigli pratici che puoi applicare fin da subito in modo da limitare i rischi e aumentare la probabilità di successo del software che stai facendo realizzare.

Senza dover ricorrere a minacce sui pagamenti e senza rischiare di buttare via tempo ed energie.

Ti consiglio di fare attenzione a tutte queste cose e a metterle in pratica.

Non ti rimane che riflettere bene su quanto hai letto e scaricare il nostro Ebook gratuito che ti rivela i 4 segreti che le software house non vogliono rivelarti!

===> CLICCA QUI PER SCARICARE L’EBOOK GRATUITO <===

 

Non è stato facile per noi individuare il sistema più corretto ed efficace per realizzare al meglio il software che ci commissionano i nostri clienti.

Ma i nostri sforzi sono stati ricompensati a tal punto da poter offrire ai nostri clienti la garanzia “Avanti solo se soddisfatti” che gli permette di non pagare un solo euro se il lavoro svolto non rispetta le loro aspettative e gli accordi presi.

Il sistema per ottenere con sicurezza il software di cui hai bisogno (e senza buttare via i tuoi soldi) esiste. Si chiama Sistema Software ed è pronto a scendere in campo per realizzare con successo il tuo progetto di sviluppo software.

ss-link-news-blu

No Comments

Leave a Reply