Enter your keyword

“Vado col secondo al tavolo 5?” , “Dammi ancora un minuto”

“Vado col secondo al tavolo 5?” , “Dammi ancora un minuto”

“Vado col secondo al tavolo 5?” , “Dammi ancora un minuto”

Sono spesso in vacanza all’isola d’Elba, amo le isole e soprattutto amo l’Elba.

Un’altra attività che amo, ma questa non solo in vacanza, è andare per ristoranti.

L’ultima settimana di maggio ero a Porto Azzurro e la temperatura non era ancora estiva, quindi abbiamo deciso (non ero solo nell’occasione) di sistemarci all’interno di un locale e lasciare all’esterno i numerosi turisti tedeschi.

Mi sono trovato ad avere un tavolo vicino al luogo dove si scambiano le informazioni i camerieri con il personale di cucina ed ho così potuto assistere ad un comportamento che sicuramente è frequente nei buoni ristoranti, ma a meno che ci si abbia lavorato, in genere passa inosservato.

Sono rimasto incuriosito dalla continua richiesta di feedback  che c’era fra questi due gruppi, dall’una e dall’altra parte, perché le informazioni erano utili ad entrambi. I dialoghi erano del tipo :

Cucina: “Vado con il secondo al tavolo 5?”
Cameriere: “Dammi ancora un minuto. Non hanno ancora finito”

Tutti noi sappiamo quanto è importante che il piatto che abbiamo scelto ci venga servito, nei giusti tempi. Quando così non è, il nervoso monta, ed in alcuni casi può arrivare a rovinarci la serata.

Quindi oltre alla qualità del piatto, anche i giusti tempi sono essenziali per determinare la qualità generale del servizio.

Ci sono ristoranti che eccellono nella bontà dei piatti, ma in certe circostanze (generalmente quando sono pieni) cominciano a dare segni, anche gravi, di inefficienza.
Lasciamo perdere, quelli che sono scarsi in entrambi i contesti.

Quindi quello che determina la qualità complessiva di una serata al ristorante (e non solo) è la giusta combinazione fra qualità dei piatti e tempi nei quali questi vengono serviti, ed è questo che fa la differenza fra un buon ristorante ed uno di eccellenza.
I top si sono concentrati non solo sul prodotto finale, ma anche , sapendo che per il cliente è fondamentale, sui tempi nei quali questo arriva sul suo tavolo.

Esattamente la stessa cosa vale per lo sviluppo del tuo software.
E’ necessario che fra te e chi sviluppa il tuo software il feedback non sia sporadico, ma continuo, o meglio sistematico.
Ci sia un luogo, un po’ come i chiodi dove il cameriere infila la comanda e lo chef la prende per sapere cosa deve fare.

Ma questo ancora non è sufficiente, ci vuole anche un sistema di lavoro che richiede ulteriore feedback, per sapere a che punto della cena si trova il cliente, in modo che la cucina sappia quando iniziare a preparare il piatto, per servirlo nei tempi giusti.

Anche per lo sviluppo software su misura (la tua cena nell’esempio di cui sopra) ci deve essere uno scambio continuo di feedback ed informazioni tra te ed il tuo fornitore di software.

Per questo è fondamentale scegliere un fornitore che abbia questo genere di cultura nella gestione dei progetti software, e deve essere così convinto e bravo nel proporre ed alimentare continuamente questa attività che deve ‘vincere’ anche le tue resistenze che (un po’ per pigrizia, un po’ per il tempo che ci manca sempre) magari cercherai di ‘diradare’ gli incontri.

All’inizio ti sembrerà strano che ci sia tutta questa necessità di scambio di informazioni, ma con l’avanzare del progetto vedrai che quello che pensavi all’inizio (le funzionalità del programma, le interfacce con cui inserire i dati  etc..) subiranno delle variazioni nella tua testa.

E questo è un bene!

Non esiste più la logica di una volta in cui la sosftware house (generalista) faceva un’analisi iniziale e produceva un documento che cercava di descrivere nel dettaglio tutte le funzionalità del programma!

Questo approccio ha sempre portato al fallimento dei progetti software. Tanto più che ora, con l’avvento delle App per gli smartphone, le condizioni di utilizzo del tuo software si sono ulteriormente diversificate e complicate.

Proprio per questo ho individuato nel metodo ad ‘iterazioni’ la soluzione migliore per porre rimedio a tutto quanto scritto sopra. Faremo degli incontri (tipicamente ogni settimana che è la durata media di una iterazione) durante i quali tu dovrai (nota bene non potrai 🙂 ) testare le funzionalità del programma che sono state rilasciate nella settimana.

Siamo così sicuri che questo metodo è quello giusto per arrivare al termine del progetto che abbiamo inserito la garanzia “Avanti Solo Se Soddisfatti!”

Che cosa ti garantisce questa formula? Che il progetto va avanti solo quando le cose funzionano, con le funzionalità che tu hai richiesto e solo dopo che tu hai verificato tutto.

Quindi al termine di una iterazione passeremo allo sviluppo dell’iterazione successiva solo se tu ci darai il tuo OK! In caso contrario faremo (a nostre spese) le modifiche che sono emerse nel corso dell’ultimo incontro.

Tutte le tipiche situazioni di conflitto con la software house che emergono alla consegna del progetto NON ESISTONO PIU’.

NIENTE PIU’:

  • Ritardi nella consegna (Tipiche scuse: “Abbiamo avuto degli imprevisti”, “Le modifiche che ci ha chiesto nell’ultima settimana ci ha costretto a rivedere tutto”, ” Il nostro programmatore migliore si è ammalato/sposato/è andato in ferie”… etc…)
  • Discussioni finali (Tipico scenario, te che dici: “Ma questa funzionalità non è come la volevo!”, “Mi immaginavo un interfaccia completamente diversa!”, “Ma così è troppo complicato da inserire!”, etc..)
  • Aumento dei costi inaspettato (La software house che si giustifica: “Le sue richieste sono cambiate rispetto all’inizio, abbiamo dovuto riscrivere il software”, “Non era stato chiaro nell’esposizione delle sue richieste!”)

 

Quindi non dimentichiamoci mai che feedback continui fra software house e cliente determinano i giusti tempi di consegna ed in definitiva buona parte della qualità finale del prodotto.

Come nella storia del ristorante :

“Che la tua applicazione sia di qualità e servita nel momento giusto per te.”

 

Quindi se hai in mente la realizzazione di un software particolare, o stai proprio cercando in questo momento una software house specializzata  nello sviluppo software su misura dacci la possibilità di dimostrarti che il nostro metodo ‘su misura’ è quello migliore per il raggiungimento del risultato!

CONTATTACI : CLICCA QUI

Ti contatteremo per capire le tue esigenze e ti diremo chiaramente e semplicemente se possiamo esserti di aiuto!

Inoltre ti consiglio la lettura di questo E-Book gratuito che ti svelerà i 4 segreti che le software house generaliste non hanno piacere di rivelarti!

sistema software ebook steso

===> CLICCA QUI PER SCARICARE L’EBOOK GRATUITO <===

La tua azienda senza il tuo software, senza un sito performante integrato al software, senza la tua App… resterà sempre inchiodata e ferma e non si trasformerà mai nell’impresa che avevi sognato.

Al prossimo Sviluppo

PS
Non temere, all’interno del libro non ho utilizzato termini tecnici perché di fatto non è dedicato a tecnici informatici ma a uomini d’affari che hanno bisogno in tutti i modi di raggiungere l’obiettivo prefissato.
PPS
Non dimenticare che puoi approfittare delle varie risorse gratuite seguendo la pagina facebook:

http://www.facebook.com/sistemasoftwareit

No Comments

Leave a Reply